Email marketing: con il benchmark non profit report arriva un bel regalo di Natale

ContactLab realizza l’Email Marketing Metrics Benchmark Report 2012 – Non Profit, la prima ricerca in Italia che analizza le performance ottenute attraverso le campagne di email marketing di oltre 24 ONP che comunicano grazie alla sua piattaforma. Uno strumento innovativo, unico e vitale per le associazioni che potranno confrontare i propri risultati con le medie del settore.

Qual è in media la percentuale di apertura delle email inviate dalle Organizzazioni Non Profit? Quante di queste vengono poi cliccate? Quali sono il giorno, il mese e l’ora migliori per inviare un’email? Questi criteri cambiano a seconda della tipologia di comunicazione inviata (raccolta fondi, comunicazione di servizio, email informative ecc.)?

Fino a qualche giorno fa in Italia non disponevamo di metriche affidabili per poter valutare le nostre campagne o per potere effettuare comparazioni con le migliori performance di altre organizzazioni. Come spesso capita al nostro settore, vivevamo di ipotesi, di sentito dire, di episodici confronti con colleghi, di miti su cui provare a costruire immaginifici budget con strabilianti aspettative.

Oggi invece posso rigirarmi tra le mani il primo benchmark sulle metriche dell’email marketing dedicato al nostro settore e, al di là dell’orgoglio di averlo stimolato e richiesto fino allo sfinimento agli amici di Contactlab (a cui ho anche chiesto un’espansione, ovviamente…), devo dire che ho finalmente in mano uno strumento fondamentale per chiunque abbia a che fare con il digital marketing e il fundraising online.

L’analisi, partendo dallo studio di 24 organizzazioni non-profit, ben bilanciate in termini di notorietà, dimensioni del database e consuetudine d’uso dello strumento, da un quadro dettagliato e significativo delle prestazioni dei primi 6 mesi del 2012: tassi di apertura, click rate, confronto tra newsletter, mail di raccolta fondi e mail di relazione o servizio, orari e giorni di spedizione e di apertura oltre a un’interessante comparazione fra settori diversi.

Ecco alcuni degli highlights emersi dalla ricerca

Tenendo in considerazione l’andamento per mese delle performance degli invii delle 24 ONP indagate nel loro insieme (grafico 1), il mese che registra il best click rate (percentuale di click sulle email aperte) dei primi 6 mesi del 2012 è marzo.

20121220-080333.jpg

Grafico 1 – Fonte: Email Marketing Metrics Benchmark Report – Non Profit, ContactLab

Durante la settimana, l’analisi mostra che le ONP preferiscono spedire di giovedì; devono però fare i conti con i volumi totali che possono provocare tassi globali di apertura più bassi. In altri termini: dalla ricerca emerge infatti come al crescere dei volumi delle email inviate dalle ONP, diminuiscano open e click rate (grafico 2).

grafico2

Grafico 2 – Fonte: Email Marketing Metrics Benchmark Report – Non Profit, ContactLab

Spostando l’occhio sugli utenti l’orario migliore per leggere le email ricevute dalle proprie Organizzazioni Non Profit preferite risulta essere durante il pranzo oppure nel tardo pomeriggio (Grafico 3).

grafico3

Grafico 3 – Fonte: Email Marketing Metrics Benchmark Report – Non Profit, ContactLab

Un estratto dell’Email Marketing Metrics Benchmark Report 2012 – Non Profit, lo trovate qui

Il resto della ricerca, ricchissima, è disponibile ai soli clienti di Contactlab e rappresenta, dal punto di vista professionale, davvero il miglior regalo di Natale che potessero farci: finalmente dati reali statistici su cui confrontarci e da cui ripartire, nel 2013, per fare sempre meglio il nostro lavoro di fundraiser e comunicatori.

Email Fundraising: iniziare a pianificare dai dati

Donazione media per tipologia

Dopo mesi di silenzio, fortunatamente colmati da Francesco Santini, torna una vecchia tradizione di Fundraising Now! l’analisi dei dati del mercato americano dell’email fundraising.

L’occasione per questo nuovo post me la offre l’ultimo studio di benchmak di M+R Strategic Services e del Non-profit Technology Network sullo stato del fundraising online americano in un anno, il 2008, attraversato dalla grande corsa di Barack Obama e dai primi drammatici segnali di crisi economica.

Vediamo subito i dati più significativi della ricerca:

– ogni utente statunitense riceve in media 3,5 messaggi per mese, più o meno lo stesso numero ricevuto nel 2007  tra email di raccolta fondi, di sensibilizzazione (advocacy) e newsletter;

– il click-through rates complessivo è in continuo calo e si attesta nel 2008 al 2,4%;

– il numero di donazioni effettuato è aumentato del 43% ma l’importo complessivo è aumentato solo del 26% con una riduzione sostanziale delle donazioni medie e un tasso di risposta (il rapporto tra messaggi spediti e azioni completate dagli utenti) stabile allo 0,12 per cento;

– la donazione media è stata di 71 dollari, 15 dollari in meno del 2007 con un calo più sensibile nell’ultimo trimestre dell’anno;

– l’ampiezza delle liste di utenti è cresciuta del 17%, il tasso più basso negli ultimi anni (segno però anche di una maggiore maturità del settore);

– come sempre capita, i più generosi e i più attivi sono sempre i vecchi donatori e i vecchi attivisti, il nostro vero patrimonio.

Ma vediamoli un pò più nel dettaglio alcuni di questi dati…

Continua a leggere