Linkedin per il Nonprofit


Circa una settimana fa Linkedin ha lanciato il suo nuovo servizio, Board Connect, dedicato al settore nonprofit. L’idea è nata dalla responsabile “Social Impact” di Linkedin, Meg Garlinghouse, la quale ha dichiarato di aver avvertito la necessità di una piattaforma dedicata al nonprofit proprio durante la ricerca di una risorsa per la sua organizzazione che avesse esperienza nel mobile fundraising.

La prima cosa che ogni organizzazione tende a fare quando necessita di una nuova risorsa è il cosiddetto gioco del “Tu chi conosci?”, il problema è che questa tecnica oltre ad essere estremamente dispendiosa (possono passare mesi prima di trovare la giusta risorsa), non sempre riesce ad individuare la risorsa veramente adatta.

Il sistema ideato da Linkedin sembra risolvere tale situazione allargando notevolmente il bacino d’utenza disponibile ma assicurando un pubblico comunque vicino alla nostra organizzazione. La forza sta innanzitutto nel database di professionisti che Linkedin è riuscita a costruire negli anni, ma non solo, anche nel sistema di connessioni che permette di analizzare chi è davvero più vicino alla nostra organizzazione tra i profili ricercati.

Di seguito vediamo esattamente come funziona e cosa offre il nuovo servizio.

Linkedin Board Connect

Il programma dedicato alle organizzazioni nonprofit offre gratuitamente una serie di servizi utili alla ricerca di personale qualificato. Vediamo quali sono:

  • Accesso gratuito all’account “Talent Finder” (valore di circa 1.000 dollari all’anno)

Si tratta del servizio chiave che consente di ricercare personale qualificato al di fuori del proprio network attraverso un sistema di ricerca avanzato.

  • Accesso esclusivo alle guide Linkedin via webcast

Un servizio di assistenza all’utilizzo del programma tramite incontri programmati online.

  • Accesso al gruppo dedicato “Nonprofit Board Connect”

Consente di poter accedere a contenuti esclusivi per il settore, ma soprattutto pone l’obiettivo di creare un network tra le organizzazioni.

Come iscriversi al programma

Prima di tutto vi consiglio di iniziare la procedura con l’account Linkedin di maggior rilevanza per la vostra organizzazione. Può essere il Responsabile risorse umane o il Presidente o un membro del consiglio, decidete voi, l’importante è che abbia autorevolezza ma soprattutto un buon numero di connessioni.

Operazioni preliminari:

  1. Il primo passo è iscrivere la propria organizzazione a Linkedin (se non l’avete già fatto) da questo link;
  2. Completare il profilo con tutte le informazioni dettagliate. Vi aiuterà anche a posizionarvi sui motori di ricerca😉
  3. Collegare i vari profili dei dipendenti e collaboratori al profilo dell’organizzazione;

Iscriversi al programma:

  1. Iscrivere la propria organizzazione al programma “Board Connect” da questo link. Vi arriverà una mail in cui vi verrà chiesto di assitere al webcast di presentazione del servizio (circa 10 giorni dopo), contestualmente vi verranno forniti i codici per accedere all’evento. La durata del webcast è di circa 45 minuti (in lingua inglese) e vi verrà spiegato nel dettaglio come utilizzare il “Talent Finder” per la ricerca del candidato ottimale;
  2. Una volta ricevuta conferma di attivazione potrete iniziare la ricerca del vostro candidato utilizzando il modulo “Advanced People Search” cercando tra i contatti di 1° o 2° livello di connessione (sono quelli a voi più vicini);
  3. Con l’accesso al programma avrete quindi diritto all’utilizzo del “Talent Finder” il che vi consentirà anche di poter inviare messaggi diretti (inMail) ai candidati che ritenete più idonei.

Linkedin ha inoltre preparato una serie di consigli rivolti al nonprofit e dedicati sia al profilo personale dei membri del consiglio, sia al profilo ufficiale dell’organizzazione. L’obiettivo vuole essere quello di migliorare la ricerca di nuovo personale, di partners aziendali e di nuovi potenziali donatori.

5 consigli per migliorare il proprio profilo personale

  • Consolidate il vostro brand creando un profilo completo

Utilizzate il vostro profilo personale per diffondere la passione che avete per la vostra causa, dimostrate di avere davvero esperienza nel vostro campo. Questi alcuni esempi di profili completi suggeriti da Linkedin: Greg Baldwin, CEO di VolunteerMatch e Beth Kanter, autore di “Networked Nonprofits.”

  • Supportate la vostra onp aggiungendo le sezioni “Volontariato” e “Cause” al vostro profilo

Aggiungendo queste sezioni, aiuterete a diffondere la passione per la vostra causa.

  • Espandete il vostro network e la vostra influenza collegandovi ai profili dei vostri collaboratori e partner

Più si espande la rete, più verrà diffuso il vostro nome e la vostra causa. Vi avvicinerete così a nuovi potenziali donatori, volontari o partner aziendali.

  • Collaborate con utenti a voi simili e con i potenziali donatori iscrivendovi a gruppi

Ci sono più di 87.000 gruppi dedicati al nonprofit su linkedin, partecipando alle discussioni più vicine ai temi caldi della vostra organizzazione aumenterete le opportunità di fare network con professionisti e farvi consocere a nuovi potenziali donatori.

  • Fate in modo che partners e donatori vedano sempre un vostro aggiornamento

Condividete link, immagini, video o articoli che vi sembrano rilevanti nel vostro settore, aiuterà a confermare la vostra leadership su determinati argomenti e a tenere alta l’attenzione al vostro brand.

4 consigli per migliorare il profilo dell’organizzazione

  • Migliorate la raccolta fondi incoraggiando i vostri collaboratori a creare profili completi e collegati tra loro

Più i profili dello staff saranno completi e collegati tra loro, più l’onp riuscirà ad attrarre il suo pubblico di riferimento: nuovi collaboratori, potenziali donatori, volontari e partner aziendali.

  • Rafforzate il vostro brand chiedendo al vostro pubblico di aggiornare il proprio profilo con le sezioni “Volontariato” e “Cause”

Aggiungere queste informazioni significa implicitamente supportare la vostra organizzazione aiutando a rafforzare il vostro nome, creare conoscienza della vostra causa e costruire una community solida.

  • Parlate al vostro pubblico e fate in modo che segua il vostro profilo

Un ottimo esempio in questo caso è dato dal profilo Linkedin della Croce Rossa Americana seguita da oltre 22.800 utenti. Incoraggiate le persone a seguire il vostro profilo inserendo il link alla vostra pagina in ogni comunicazione ufficiale.

  • Completate le finestre “prodotti” e “servizi” sul profilo della vostra organizzazione

Utilizzate queste aree per mostrare programmi, servizi e progetti della vostra onp, in questo modo creerete una community estremamente focalizzata sulla vostra causa. Un buon esempio è dato dal profilo Nature Conservancy’s.

Non ci resta che mettere in pratica questi consigli e scoprire le potenzialità di Linkedin per la nostra organizzazione!

Giampaolo Pizzighella

9 pensieri su “Linkedin per il Nonprofit

  1. Ciao Giampaolo!Ma anche le organizzazioni italiane possono registrarsi? Quando si cerca di iscriversi, ci sia questa nota: Must be a US nonprofit to participate and must provide a valid EIN number…Attendo tua risposta. Grazie!Ildiko

  2. purtroppo, come fa notare anche il lettore sopra, è possibile SOLO se si è una organizzazione americana…Poichè viene richiesto il numero EIN…
    Peccato, perchè sarebbe un canale davvero interessante

  3. Do you mind if I quote a few of your posts as long as I
    provide credit and sources back to your weblog? My website is in
    the very same area of interest as yours and my visitors
    would truly benefit from some of the information you present here.
    Please let me know if this ok with you. Thank
    you!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...