Internet per il fundraising: un corso per sfatare alcuni miti sul marketing online…


Ragassssi… non stiamo mica qui a pettinare le bambole… (o qualcuno degli equivalenti del Crozza/Bersani a vostra scelta…): si sfornano corsi e momenti formativi quest’anno e si sperimenta molto nelle modalità e nei contenuti.  Nei prossimi fine settimana sarò a Varese ancora una volta a parlare di Internet e innovazione e poi la nuova bella sfida con la Fundraising School, l’11 e il 12 luglio, con Luca Conti che ha gentilmente accettato di accompagnarmi in questo nuovo viaggio nel mondo dei rapporti fra web/social media e nonprofit. Se volete partecipare c’è ancora qualche posto disponibile e manca pochissimo… Vi aspetto!

Eccovi intanto il comunicato ufficiale della scuola:

THE FUND RAISING SCHOOL  LANCIA IL CORSO “INTERNET PER IL FUNDRAISING” UNA SFIDA 2.0 PER LA RACCOLTA FONDI DELLE ONP

The Fund Raising School, la prima scuola italiana di raccolta fondi promossa dall’area Alta Formazione di AICCON (Associazione Italiana per la promozione della Cultura della Cooperazione e del Non Profit) con sede presso l’Università di Bologna – Facoltà di Economia di Forlì  – sotto la direzione scientifica di Pier Luigi Sacco e con il contributo dei maggiori fundraiser italiani – promuove dal 1999 corsi che forniscono gli strumenti e le competenze per garantire la sostenibilità dei progetti sociali non solo degli enti non profit ma anche di enti pubblici.

Il fundraising è indubbiamente un’attività strategica per il non profit, in particolare in un contesto di significativo e costante calo dei fondi provenienti dalla Pubblica Amministrazione e dunque di conseguente necessità delle organizzazioni non profit di diversificare la composizione delle entrate. Nonostante ciò, l’attenzione del Terzo Settore verso l’attività di raccolta fondi è ancora scarsa.

Il rapporto della Fondazione THINK! “Terzo Settore: oltre il divario digitale” evidenzia in particolare il ritardo considerevole delle organizzazioni non profit nell’utilizzo del web 2.0 come strumento di comunicazione, di consolidamento di una community e di fundraising, a fronte dell’evoluzione della tecnologia web. Se il 62% delle organizzazioni in rete fa uso di Social Networks, ed in particolare di Facebook, la gran parte delle organizzazioni dichiara di farne uso da poco tempo e di non aver mai utilizzato i social network ai fini della raccolta fondi. Il 53% delle organizzazioni ritiene infatti che l’utilizzo del social networking nell’attività di fundraising sia poco utile, mentre più del 70% ritiene che foto, video e microblogging non siano strumenti adeguati per agevolare l’attività di raccolta fondi.

A fronte di questo scenario di “offerta” online, invece, l’indagine “Non profit Report 2012” realizzata da ContactLab in collaborazione con VITA Consulting ha evidenziato come l’89% degli utenti fedeli al terzo settore utilizzi spesso Internet. Quasi la metà dei rispondenti (46%) dichiara di donare o avere già donato online: un utente su sei lo fa abitualmente. Il 31% degli intervistati dichiara di condividere sui social network le comunicazioni email ricevute dalle organizzazioni non profit e tra questi la maggioranza presenta un’età compresa tra i 18 ai 44 anni.

Realizzare una campagna di marketing online per stimolare il passaparola spontaneo dei navigatori può sembrare facile, ma non lo è affatto. Attrarre l’attenzione dell’utente, bene limitato per eccellenza, è il punto chiave: per emergere nella massa serve una idea originale. Coinvolgere, giocando, è l’elemento oggi tra i più efficaci. Facilitare il passaparola abbattendo ogni barriera, sfruttando al meglio le funzioni dei social network, può innescare un passaparola inarrestabile” afferma Luca Conti, blogger, giornalista ed esperto di social media, docente del corso “Internet per il fundraising” presso The Fund Raising School e autore dei volumi “Fare business con Facebook” e “Comunicare con Twitter”.

Per il 2012 The Fund Raising School prevede l’attivazione del corso specialistico “Internet per il fundraising”, coordinato da Paolo Ferrara, responsabile raccolta fondi della Fondazione Terre des Hommes Italia Onlus, con l’obiettivo di “sfatare” alcuni miti sul marketing online, guidando i partecipanti nell’impostazione e valutazione di una campagna di email marketing, passando per l’analisi delle migliori tecniche di progettazione di un sito, di costruzione di un piano di fidelizzazione online e affrontando le nuove sfide del 2.0 (Facebook, Youtube, Twitter, Flickr, etc.). Il corso si terrà l’11 e 12 luglio 2012 presso il campus di Forlì dell’Università di Bologna.

Per informazioni ed iscrizioni è possibile contattare la segreteria della scuola al numero 0543/62327

www.fundraisingschool.it



 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...