Emergenza Haiti: in viaggio verso Port au Prince


Madrid, Aeroport Barajas, ore 15.05 – Santo Domingo, Hotel BQ ore 24.00 (locale)

La prima tappa del viaggio che mi porterà ad Haiti è l’aeroporto Barajas di Madrid.

Approfitto della lunga sosta per sentire la sede, coordinarmi con Giori che è già arrivato a Santo Domingo via Panama da Managua e sta organizzando la partenza per Port au Prince, scaricare la posta (ho trovato un internet point col cavo provvidenziale), guardare velocemente facebook (commuovendomi per le bellissime parole di stima e affetto di amici e conoscenti… Grazie di cuore!) e per leggere gli ultimi aggiornamenti dal campo.

Sul posto il gruppo di Emergenza di Terre des Hommes si sta coordinando con le agenzie delle Nazioni Unite per gestire una serie di attività che sono nelle corde e nell’esperienza di questi primi 50 anni di vita (eh sì, li compiamo proprio quest’anno) della nostra organizzazione.
Provo a riassumervele per macro-aree.

Protezione dei bambini

– Stiamo creando spazi sicuri per i bambini dove svolgere attività organizzate, offrire assistenza psicosociale, attività ricreative e educazione informale nell’attesa che possano riaprire le scuole. L’attività comprende anche la formazione degli operatori locali, corsi di igiene, salute e rafforzamento della comunità. L’obiettivo è quello di offrire una protezione immediata ai bambini più vulnerabili e alle loro famiglie;

– stiamo cercando di assicurare l’igiene personale e la dignità delle popolazioni colpite, attraverso la distribuzione di kit igienici;

– attiveremo iniziative di sensibilizzazione per prevenire e mitigare la separazione delle famiglie (favorendo nel contempo il ricongiungimento familiare), la violenza, gli abusi e lo sfruttamento dei bambini;

– lavoreremo per prevenire il coinvolgimento dei bambini nella violenza armata.

Nutrizione
– assistenza delle donne incinta, delle mamme che stanno allattando e dei bambini sotto i 5 anni di vita, fornendo loro il nutrimento necessario per prevenire i rischi di malnutrizione e morte.

Acqua
– cercheremo di assicurare l’accesso all’acqua e ai servizi igienici di alcuni dei quartieri più poveri

Costruzioni temporanee
– Distribuzione di tende e kit di sopravvivenza

Questa parte dell’intervento, che è soltanto una di quelle previste da Terre des Hommes, costa da sola almeno 2 milioni di dollari.

Mentre ero in aeroporto purtroppo non sono riuscito ad avere notizie né da Les Cayes (dalle coraggiosissime Fanny ed Eleonore) né da suor Veronique…

Buone notizie arrivano da Giori che mi ha confermato che riusciremo a partire, come previsto, domani mattina presto con l’unico volo giornaliero per Port au Prince. Lì ci aspettano Suor Veronique e il gruppo di esperti di emergenza di Terre des Hommes coordinati dal collega svizzero Maind Sterne.

L’aeroporto non è solo il posto dove raccogliere le informazioni e coordinarsi, ma è in queste ore anche un luogo di passaggio di moltissimi colleghi di ONG di tutta Europa (e non solo) che si stanno muovendo verso Santo Domingo. In aeroporto (all’Internet Point) incontro Luigi, ex presidente della ONG GVC di Bologna, anch’essa aderente ad AGIRE, con cui scambiamo un po’ di idee sulla situazione e su un pezzo di storia di questo mondo che, seppur da generazioni diverse, ci unisce.

Ma in giro c’è parecchia gente interessante. In aereo siedo affianco ad Antonio Josè, uno che ha meno anni di me e si è fatto interventi umanitari in Kossovo e in quasi tutta l’America Latina. C’è Nuria, un’operatrice di Intermon-Oxfam, anche lei specializzata in emergenza. C’è Claudio, un operatore della RAI con cui ci siamo dati appuntamento nei prossimi giorni, e poi ci sono tante altre persone che condivideranno con me, anche se forse non ci incroceremo più, l’esperienza drammatica del terremoto che ha sconvolto Haiti.

A presto
Paolo
Santo Domingo, 21 gennaio 2010

Per aiutare Terre des Hommes:
SMS 48541 (2 euro di donazioni da cell. Vodafone e TIM e rete fissa Telecom Italia)
oppure www.terredeshommes.it

ps.: appena arrivato ho scoperto che non riesco a vedere la posta completa dell’ufficio e che nessuno dei miei cellulari sembra funzionare in uscita… speriamo che domani le cose cambino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...