Gli italiani e l’email marketing


Email marketing consumer

ContactLab, azienda “leader in Italia nei servizi dell’e-mail e digital marketing” ha pubblicato oggi un’interessantissima ricerca sugli italiani e l’email marketing (, realizzata da Human Highway.

Visto che non capita tutti i giorni di avere sottomano qualche dato sul mercato italiano, mi precipito subito a darvene conto, riassumendone alcuni dati stuzzicanti per tutti i lettori di Fundraising Now!

Email Hand

Primo: l’80% dei navigatori italiani è iscritto ad almeno 3 diverse newsletter (la media è di 6 iscrizioni, ma per i forzati dall’email arriviamo a 15/20 iscrizioni.

Secondo: visto che una delle questioni più calde, qui come oltreoceano è “immagini sì, immagini no“, prima di condannarvi alla dieta ferrea e spartana di una mail solo testo… ricordatevi che l’85% dei vostri destinatari attiva l’immagine contenuta nella mail. Il 44% lo fa subito, il 41% in un secondo momento, ma in pochi resistono alla tentazione.

Terzo: su un campione rappresentativo della popolazione italiana sopra i 15 anni che si connette alla rete almeno una volta alla settimana, i dati relativi a età, istruzione e frequenza d’uso mi sembrano di tutto rilievo per qualsiasi fundraiser. Il 75% del popolo internettiano “dinamico” ha meno di 45 anni, l’83% ha almeno un diploma e si connette a Internet tutti i giorni nel 73% dei casi.

Quarto: Internet si conferma sempre di più una rete “multi device”. Se è vero infatti che l’82% usa un computer fisso (presumibilmente quello dell’ufficio) e il 58% usa un portatile, c’è un bel 14% che la mail la legge sul suo telefonino (e di norma non parliamo di un BlackBerry).

Quinto: udite, udite, lettera scritta e email ormai si somigliano molto, ma la lettera cartacea è più apprezzata nel caso di quei servizi con i quali vi è una debole interazione personale (telefonia mobile, Internet, eCommerce).

Sesto, settimo, ottavo… Scopriteli da soli, visto che la ricerca è liberamente scaricabile qui.

Speriamo solo che sia il preludio a qualche bello studio sui benchmark dell’email marketing… Ne abbiamo davvero bisogno per pianificare le nostre campagne di fundraising (o forse, come sottolineano in molti, solo per avere almeno una ragione per non abbandonare questo strumento).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...