Una mela al giorno, leva la Sclerosi Multipla di torno


Home page Una mela per la vita

Solo gli americani, gli inglesi o gli australiani sanno integrare contenuti generati dagli utenti, partecipazione e raccolta fondi per cause sociali?

Finalmente la risposta è no! Anche in Italia (e spero che anche questo blog abbia dato il suo piccolo contributo) iniziamo a vedere cose interessanti.

L’ultima viene dall’AISM, l’Associazione Italiana Sclerosi Multipla, un’organizzazione che ha già dimostrato in passato (ma guardate anche qui ) di saper fare un’uso intelligente di Internet (la definizione su Wikipedia di SM la trovate qui, in italiano e in inglese).

Questa volta, però, all’AISM si sono davvero superati. Sul sito dei “Giovani oltre la SM” è stata lanciata, anche online, la campagna “Una mela per la vita”, un ottimo esempio di come si possa (si debba) fare sensibilizzazione, comunicazione e raccolta fondi, integrando tutti gli strumenti a disposizione di un’associazione.

Una mela per la vita” è infatti già un’iniziativa di raccolta fondi e sensibilizzazione di grande successo off line (quest’anno, il 13 e il 14 ottobre, saranno 3000 le piazze coinvolte nella “vendita” delle mele), ma aveva molte caratteristiche per prestarsi a un uso in rete, e mi sembra siano state sfruttate benissimo.

Form Una mela per la vitaIl primo livello di partecipazione è semplicissimo. Basta appendere una mela su un albero virtuale, inserire i propri dati e dare l’ok. A quel punto siete online con la vostra mela e il vostro nome. Fino a qui niente di nuovo, salvo la declinazione creativa (l’archetipo di questo tipo di campagne è quello del Care Power Circle).

Ma sul sito dell’AISM si può fare molto di più: ci si può mettere la faccia (proprio come su www.iosonopresente.it), si può lasciare una dedica e si può addirittura linkare a un video autoprodotto dagli utenti dove si declini lo slogan della campagna: “fai qualcosa di buono“.

Il tutto perfettamente integrato con la comunicazione della campagna “on air” (con lo spot TV, di cui c’è anche il backstage, lo spot radio e la fotogallery), con l’iniziativa nelle piazze (con la possibilità di cercare la piazza pià vicina a voi e diventare anche volontari), con la possibilità di donare online e con tutti gli altri link del sito di “Giovani oltre la SM”.

Insomma, l’AISM si sta dimostrando ancora una volta una delle organizzazioni più vivaci in termini di raccolta fondi online in Italia, avviandosi velocemente verso un uso anche più consapevole del web 2.0 e del fundraising 2.0. Gli unici difetti da questo punto di vista sono la mancanza di meccanismi più efficaci di viral marketing (esempi di video generati dagli utenti, widget, integrazione con il social network…) di quanto non sia il semplice “tell-a-friend” e, mi permetto, la scarsa fiducia nei confronti degli utenti di cui si mettono in “coda di approvazione” le foto e i commenti. Ma ormai la strada è segnata e l’AISM ne ha percorso già un bel pezzo. Complimenti.

ps.: io la mia mela l’ho attaccata all’albero… e voi cosa aspettate a dare un contributo alla ricerca?

Advertisements

Un pensiero su “Una mela al giorno, leva la Sclerosi Multipla di torno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...