Fare un blog sull’impatto delle donazioni


Una degli usi più potenti che un’organizzazione può fare di un blog è quello di mostrare ai propri donatori (ma anche ai propri volontari e membri) l’impatto di quanto loro stanno facendo per i beneficiari.

L’esperienza mi dice che quest’uso è tanto più potente se ad aprire un blog è una ONG di cooperazione allo sviluppo, la cui difficoltà principale è proprio quella di restituire ai propri donatori la concretezza del loro gesto.

Pensate solo a quanti di noi può risultare concreta la costruzione di un pozzo in Africa, o la distribuzione di vitamine A all’intera popolazione infantile di un villaggio, o l’incontro con una comunità di villaggio, o ancora la vita di una scolaresca in America Latina o tra le popolazioni tribali della Birmania. Alla nostra generazione, in genere, manca un’esperienza concreta di cose che probabilmente solo qualche anno fa avevano un riscontro nella memoria visiva o nella tradizione orale.

Un blog, con la sua immediatezza, la sua informalità, la facilità di aggiornamento, può diventare una finestra sempre aperta sui nostri progetti e, soprattutto, un eccezionale canale di comunicazione diretta fra persone, a partire dalla comunicazione fra i cooperanti che lavorano sul campo e i nostri donatori.

Ma attenzione, per funzionare ogni comunicazione deve essere autentica. Il blog deve essere inserito nelle nostre strategie di comunicazione, ma la sua sopravvivenza non può essere affidata all’ufficio comunicazione. La sua sopravvivenza e il suo successo dipenderanno dalla capacità di rendere umana la voce dell’organizzazione… e non c’è modo migliore per farlo che “liberare” la voce delle persone, a costo di perdere un po’ del controllo che tutti vorremmo mantenere sulla nostra comunicazione.

Un esempio efficacissimo di come un’ONG possa usare un blog è quello di Medici Senza Frontiere che vi mostro. E’ il blog/diario di viaggio in Darfur del dottor James Maskaly di MSF Canada. Date una lettura al calore di questi articoli, all’efficacia della sua scrittura e alla partecipazione dei suoi lettori. Per avvicinare un donatore alla realtà del campo non servono video o webcam… basta un vecchio e tradizionalissimo taccuino (anche se da leggersi sul web).

MSF Sudan

Ma anche in Italia non mancano dei bellissimi esempi di blog che raggiungono lo stesso tipo di risultati. Il più significativo di tutti mi sembra quello della Fondazione Aiutare i Bambini i cui volontari (in genere giovani che trascorrono un periodo molto breve nel paese in cui Aiutare i Bambini ha i suoi progetti) sempre più spesso aprono dei blog per parlare della loro esperienza. Vedete quest’esempio:

Aiutare i bambini in Gujaprat

Ma da dove nasce tutto questo fiorire di blog? A volte da una strategia di comunicazione ben concertata, ovviamente, come nel caso di MSF e probabilmente anche di Aiutare i Bambini. Sempre più spesso però nasce dall’entusiasmo (che tutti noi dovremmo coltivare e incentivare) dei volontari stessi. Da questo punto di vista uno splendido esempio, che conosco direttamente per ovvie ragioni, mi sembra quello di Domenico Di Pietro (giovane volontario, a sue spese, di Terre des hommes Italia in Ecuador):

Mimmo in Ecuador

Proprio a proposito del diario di Mimmo, riconfermo quanto avevo detto qualche tempo fa sulle ragioni per le quali un’organizzazione dovrebbe aprire un blog: i vostri volontari lo stanno già facendo o stanno per farlo… E appunto per questo è nato anche il blog di Terre des hommes Italia:

Il blog di Tdh

Il blog di Tdh 2

Advertisements

3 pensieri su “Fare un blog sull’impatto delle donazioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...