La blogosfera parla sempre più italiano… e noi cosa facciamo?


Credo che in pochi nel mondo del non profit italiano se ne siano accorti, eppure il mondo intorno a noi su Internet sta cambiando.

Mentre si continua a discettare di web 2.0 o 1.0 o, addirittura, come in un post recente che mi è capitato di leggere di un’Italia web 0.1 o 0.2, mentre ci si piange addosso e si tira fuori il solito alibi della nostra diversità: noi non siamo gli USA né tantomeno il Regno Unito o l’Olanda o l’Australia, ecc. ecc.; certe cose da noi non si possono fare, non funzionano, ecc. ecc. ecco che arrivano i dati.

E i dati più recenti, frutto delle registrazioni su Technorati (e quindi non del solito sondaggio a campione) dicono una cosa completamente diversa. Dicono che la blogosfera (l’icona del web 2.0) parla sempre più italiano. Certo non spopoliamo. Al primo posto c’è il Giapponese (38%, dicono a causa della tradizione storica degli abitanti del Sol Levante a tenere un diario), seguito dall’Inglese (37%), dal Cinese (8%) vera lingua del web che verrà e poi c’è l’Italiano (3%) tallonato dallo spagnolo pur essendo parlato solo nel Bel Paese e nella Svizzera Romanda.

Il volto umano del webInsomma, ci siamo e siamo in forte crescita… E a dimostrarlo ci sono anche altri segnali. Impressionante è l’ormai famosa mappa della blogosfera (non a caso intitolata Il volto umano del web) pubblicata sul paginone centrale Nòva 24, il settimanale de Il Sole24Ore, datata dicembre 2006 e disponibile a questo link (ma attenzione, è molto pesante da caricare). Ma basta guardarsi attorno per vedere quanti blog ci fioriscono attorno e quanta partecipazione c’è in molti di questi blog dove si posta (si scrivono articoli), si commenta, si partecipa a catene, si organizzano scherzi, ecc.

Ecco, semmai le verità che dobbiamo guardare in faccia sono altre: perché noi del non profit non riusciamo a essere abbastanza interessanti da suscitare commenti e dibattiti, neanche tra di noi del settore? Perché nei nostri blogroll (quella che dovrebbe essere la lista degli amici) non ci sono quasi mai link ad altri blog del non profit? Perché nei post di molti dei blog del non profit non ci sono le fonti e i ringraziamenti ad altri blog aver fornito un link?

Non sarà che a essere poco web 2.0 (e quindi poco orientati al fundraising 2.0) siamo proprio noi operatori del terzo settore italiano?

Visto che siamo in tema… faccio i saluti e i complimenti al nuovo arrivato tra i blog del non profit italiano, ed è quello di uno storico nome del fundraising, lo studio Lentati. Un caro saluto a Beatrice e a Daniele Fusi e auguri per il nuovo nato: www.lentatiblog.com

Il blog di Lentati

Annunci

6 pensieri su “La blogosfera parla sempre più italiano… e noi cosa facciamo?

  1. Grazie mille Paolo per la segnalazione super tempestiva! concordo con te sulla necessità che i blog dedicati al fundraising ed alle tematiche nonprofit facciano un minimo di network fra di loro… Web 2.0 è anche comunità e se i blog fundraising oriented cominciassero a dare il buon esempio sarebbe un grande, piccolo passo avanti. A brevissimo sarà on-line su LentatiBlog anche il blogroll con tutti i bookmark dei blog dedicati alle nostre tematiche.
    Un caro saluto anche a te!

  2. Sono molto contento che finalmente si stia muovendo qualcosa nel mondo del non profit italiano. Abbiamo bisogno di iniziare a dialogare e a fare cultura del non profit, pubblicando notizie, condividendo esperienze e anche esprimendo opinioni e confrontando idee che fortunatamente non sempre coincidono.

    Perciò ben vengano nuove voci e speriamo un giorno di poter avere anche noi un Give and take, il servizio avviato qualche mese fa da The Chronicle of Philanthropy per mettere insieme le voci di tutti i blog sul non profit e la raccolta fondi, con decine di link.

    I tempi credo che fra un po’ saranno finalmente maturi e la nascita dei nuovi blog di Francesco Santini, Lentati, Marco Valenti (con il suo comunicandoilsociale.wordpress.com) insieme alla teoria di spazi di Valerio Melandri fa ben sperare per il futuro.

    Un caro saluto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...