Fundraising online: negli USA la crescita è a tre cifre!


Forse è il caso di dirlo, una volta per tutte: la raccolta fondi online non è un’ipotesi di studio, così come Internet non è un fenomeno passeggero, ma è destinata ad assumere un ruolo centrale nella vita delle nostre associazioni.

A dimostrarlo, fresca fresca di pubblicazione, l’ultima ricerca di Donor Digital e di Target Analysis Group redatta sulla base dei dati raccolti mettendo insieme 12 fra le associazioni americane più impegnate nel fundraising online: Alzheimer’s Association, Amnesty International USA, CARE, Covenant House, Defenders of Wildlife, Earthjustice, Humane Society of the United States, Mercy Corps, National Multiple Sclerosis Society, National Parks Conservation Association, Union of Concerned Scientists, U.S. Fund for UNICEF.

I dati, come al solito, sono più che interessanti. Ecco i più significativi:

  • se è vero che la raccolta fondi diretta (il direct marketing) rimane la principale fonte di finanziamento del non profit americano, il fundraising online cresce a ritmi assolutamente incomparabili: + 101% negli ultimi 3 anni (2003-2006),  contro il + 6% delle altre fonti di entrata;
  • Internet è soprattutto uno strumento di acquisizione. Oltre il 56% dei donatori online del 2006 erano nuovi donatori (contro il 31% dei donatori offline). Per oltre la metà delle organizzazioni coinvolte nella ricerca, le donazioni online hanno rappresentato oltre il 30% delle entrate da acquisizione;

Acquisizioni

  • i vecchi donatori, abituati ad altri strumenti di donazione, difficilmente iniziano a donare online;
  • logica conseguenza del fatto che il cluster dei donatori offline si attesta soprattutto oltre i 65 anni, mentre i donatori online sono più giovani e tendenzialmente più ricchi. Con un dato ancor più significativo: non esistono fasce d’etè dominanti, ma le donazioni sono distribuite quasi equamente fra i 35 e i più di 65 anni;

Età media

  • la donazione media dei donatori digitali è decisamente più alta: $ 57  contro $ 33 (quella di Network for Good, secondo Katya Andresen, è addirittura di $ 100);
  • non aspettatevi la fedeltà: i “giovani” donatori online sono anche girovaghi della donazione o, quanto meno, le associazioni non hanno ancora messo in piedi programmi di fidelizzazione all’altezza;
  • la raccolta fondi online e quella offline sono due mondi che non dialogano. O meglio, se il 46% dei donatori acquisiti online ha poi rinnovato la sua adesione offline, solo il 2% dei donatori acquisiti offline ha poi ri-donato online;
  • il lifetime value dei donatori acquisiti online per ora è ovviamente più basso rispetto a quello dei donatori acquisiti offline, proprio a causa della loro scarsa fedeltà.

Lifetime Value

Dovendo dare un commento a caldo, mi sembra di poter dire che i tassi di crescita della raccolta fondi online (che qui indicano solo i risultati di azioni di email marketing e quindi escludono l’esplosione del Social Network) dimostrano chiaramente uno spostamento verso Internet delle donazioni in acquisizione.

Questo spostamento probabilmente non danneggerà, almeno nel breve, il direct marketing offline che sopravviverà come è accaduto a molte altre tecnologie. Ma questo accade soprattutto perché i target sono completamente diversi e perché le associazioni non sembrano aver ancora imparato a fidelizzare i donatori online integrandoli nella stessa gestione dei rinnovi già ampiamente collaudati offline.

Quando questo accadrà, fermi restandi i comunque bassi tassi di redemption, probabilmente Internet diventerà il principale canale di raccolta fondi delle associazioni.

L’unica incognita è il quando!

Per scaricare la ricerca, clicca qui

Annunci

5 pensieri su “Fundraising online: negli USA la crescita è a tre cifre!

  1. Here are some tips to create a successful fund raising event:

    1. Know your target and objectives – It is important for every organization to clearly identify and set their goals. First, they should clearly state the main purpose of the fund raising activity. Knowing your group’s objectives will serve as guidelines in your fund raising activities.

    2. Create a well-organized plan – Never start your fund raising activity without a solid plan. Before starting your group’s fund raising activity, you should have set and clearly defined the objectives, the setting or the venue, duration of the event, participants, etc. Everything that will be included in the activity should be well organized weeks before the scheduled day of the activity.

    3. Choose the right merchandise – Fundraising activities don’t just simply solicit money without a product. It is important that your sponsors benefit from their donations or solicitations.

    Besides, it is easier to raise funds if a product is involved in the activity. One good thing about using a product in fund raising is that it will be easier to ask for solicitations from different groups, companies, etc. because your products are usually priced lower than those being sold in the market. Hence, people will usually buy more than what they intend to have especially if they know that what they are buying are founded on good intentions.

    http://equityloansecrets.com/fundrising.php

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...